Amianto - Contributi comunali - Comune di Bareggio

Amianto | Amianto - Contributi comunali - Comune di Bareggio

Amianto - Contributi comunali

L’Amministrazione Comunale, al fine di promuovere il risanamento e la salvaguardia dell’ambiente e garantire la tutela della salute pubblica, incentivando la rimozione e lo smaltimento di materiali e semilavorati contenenti amianto dagli immobili residenziali e rurali presenti sul territorio comunale, ha approvato con Deliberazione di C.C. n. 118 del 28.10.2019 le modifiche al regolamento vigente, con nuova denominazione “Regolamento per l’erogazione di contributi per l’eliminazione delle coperture in cemento-amianto sul territorio comunale”.

In particolare, attraverso questo documento l’Amministrazione definisce i criteri e le modalità di erogazione di contributi economici, finanziati attraverso un apposito fondo costituito all’interno del Bilancio Comunale ed erogati a beneficio di chi ha provveduto a rimuovere e smaltire i materiali in amianto, contribuendo così al rimborso parziale dell’onere relativo al loro smaltimento.

Nello specifico il contributo può essere richiesto:

  • da soggetti privati, proprietari o titolari di diritti reali o personali di godimento ed amministratori di condomini;
  • per tutte le tipologie di immobili e relative pertinenze;
  • per immobili ubicati nel territorio del Comune di Bareggio in regola con le norme e i regolamenti urbanistici ed edilizi vigenti e regolarmente accatastati;
  • se è stato assolto l’obbligo di presentazione all’ASL competente della comunicazione della presenza di manufatti di amianto compatto (Modulo di Autonotifica Regionale NA/1);
  • prima dell’esecuzione dei lavori, nel corso degli stessi o al termine, purché le opere siano eseguite nello stesso anno in cui si richiede il contributo.

La domanda deve essere presentata come da Modello A predisposto dal Comune, corredata dagli allegati obbligatori, entro il 1° marzo di ogni anno. Eventuali domande pervenute oltre il termine del 1° marzo e comunque non oltre il 30 settembre può essere estesa la graduatoria qualora con l’ammissione delle domande pervenute entro i termini non si esaurisca il fondo stanziato per l’anno di riferimento.

I contributi sono erogati fino ad esaurimento dei fondi stanziati ai soggetti beneficiari per un importo pari ad una percentuale del 50% sulla spesa complessiva, al netto dell’IVA, dell’intervento di rimozione della copertura in cemento-amianto dell’immobile, composta dalla sommatoria degli oneri relativi al Piano di Lavoro ASL, alla rimozione, al trasporto e allo smaltimento dell’amianto al destinatario finale, fino ad un massimo di € 1.500,00 per gli edifici residenziali e rurali e fino ad un massimo di € 3.500,00 per gli edifici produttivi.

Inoltre, nel caso in cui le richieste pervenute all’ultima scadenza utile non vadano ad esaurire l’importo complessivo del contributo allocato in bilancio, si procederà alla suddivisione del residuo importo sulla base delle percentuali di contributo inizialmente determinato rispetto all’importo cumulativo dei contributi richiesti. Il contributo così rideterminato non dovrà comunque superare il 50% delle spese sostenute. 

L’erogazione del contributo avverrà:

  • sulla base della graduatoria delle domande ammissibili;
  • in una unica soluzione, fino ad esaurimento dei fondi;
  • entro il 1° ottobre se la documentazione relativa alla conclusione delle opere di rimozione e smaltimento dell’amianto è consegnata entro il 1° agosto;
  • entro il 30 aprile dell’anno successivo alla richiesta di contributo, se la documentazione relativa alla conclusione delle opere di rimozione e smaltimento dell’amianto è consegnata entro il 28 febbraio.

Fatta salva la necessità di perfezionamento della documentazione e la ripartizione dell’eventuale residuo a bilancio di cui all’art. 4. In tal caso l’erogazione viene effettuata entro il 1° agosto dell’anno seguente.

Ai fini dell’erogazione deve essere presentata idonea documentazione, come da Modello B, predisposto dal Comune. Si evidenzia comunque che i lavori devono essere necessariamente eseguiti entro il 31 dicembre dell’anno in cui si richiede il contributo e la documentazione deve pervenire obbligatoriamente entro e non oltre il 28 febbraio dell’anno successivo, pena la decadenza del contributo.

Per il dettaglio dei criteri e delle modalità di erogazione dei contributi consultare il testo del Regolamento per l’erogazione di contributi per l’eliminazione delle coperture in cemento-amianto per edifici residenziali e relativi Modelli allegati.

Per informazioni e/o chiarimenti rivolgersi all’Ufficio Ambiente del Settore Territorio, Ambiente e SUAP Tel. 0290258260 - 0290258245.

Pubblicato il 
Aggiornato il